Trappola per topi
Il teatro di Agatha
Filmografia
Le foto
Le musiche
Le locandine dei film
La firma di Agatha
Cartine geografiche
"Christiane"
Il Club del martedi sera
Fai la tua recensione
Entra nel Forum di Agatha
Hanno parlato del sito
Il trivial di Agatha Christie
Agatha Christie Society
Altri storici investigatori
La Signora in Giallo online
Agatha Christie Dvd Malavasi Editore
Agatha Christie Collection
- Altri storici investigatori d'eccezione -

Sherlock Holmes e' sicuramente il piu' famoso detective della storia della letteratura mondiale. Questo personaggio nato dalla penna di Arthur Conan Doyle ebbe i natali il 6 gennaio del 1854 e fin da giovane mostro' un particolarissimo intuito nel risolvere i casi piu' insoliti che si verificavano ovunque lui si trovasse. La prima vera vittoria sul crimine la fece ancora studente a Oxford, poi alla giovane eta' di 27 anni conobbe John Watson che diventera' il suo piu' grande amico e biografo. Dopo un po' di tempo Holmes decide di trasferirsi a Londra al famosissimo 221-B di Baker Street e di aprire un ufficio di consulenza investigativa. Cosi' abbiamo alcuni dei gialli piu' interessanti che vedono Holmes in primo piano: "Uno studio in rosso", "Il segno dei quattro". Pero' Doyle decise anche di far morire il suo detective e credette di riuscirci facendolo cadere in una cascata alla fine del racconto dal titolo "L'Ultima Avventura". Questo porto' i fans in rivolta, tanto che la casa editrice dello scrittore obbligo' il poveretto a trovare una scappatoia per il povero detective, scappatoia che possiamo leggere in quella che rimane l'indagine piu' famosa di Holmes "Il mastino dei Baskerville". Cosi' da quel giorno lo scrittore visse il resto della sua vita escogitando sempre nuove avventure per i suoi due personaggi, molte delle quali diventarono films e telefilm per la tv e che fecero entrare Sherlock Holmes nella leggenda. Noi non possiamo pensare ad Holmes senza vederlo come la tradizione ci ha insegnato, con addosso una mantellina scura, pipa nella mano destra e cappello a quadretti ben calcato sopra la testa. La differenza piu' grande tra Poirot e Sherlock Holmes rimane del metodo d'indagine che si differenzia in non pochi particolari. Poirot non si metterebbe mai a cercare i mozziconi di sigaretta bruciati dall'assassino ne' si stenderebbe a terra con una lente per misurare le impronte lasciate sul prato bagnato. Holmes invece vive le sue giornate ad analizzare tutto quello che si trova sotto il naso e sebbene spesso le sue conclusioni siano assurde per il povero Watson, il detective non sbaglia mai un colpo e alla fine e' sempre pronto a ricevere le scuse di chi, a torto o a ragione, lo avesse considerato un eccentrico sbruffone.

Il Commissario Ambrosio e' il famoso personaggio creato dalla penna di Renato Olivieri nel 1978 ed e' diventato presto il piu' famoso detective italiano del nostro secolo. Il carattere del Commissario Ambrosio non e' certo dei piu' facili da capire; prevalentemente e' una persona malinconica e triste, un uomo che osserva attentamente i suoi contemporanei e cerca di svelarne le caratteristiche comuni che li portano ad assomigliarsi l'uno con l'altro (ricorda molto Miss Marple). La qualita' piu' evidente del nostro Commissario e' sicuramente la lealta' e l'umanita' che prova verso le vittime dei crimini su cui indaga. Spesso ribadisce di evitare un coinvolgimento emotivo sull'indagine in corso, ma il piu' delle volte non puo' astenersi dal condividere le sofferenze delle persone che incontra. Ambrosio debutto' nel romanzo "Il caso Kodra" con il grado di Vicecommissario, poi ebbe un crescendo di popolarita' che lo porto' alla promozione e a nuovi incarichi sempre piu' complessi. Tutte queste sue avventure ambientate a Milano sono state raccolte in "Le inchieste del Commissario Ambrosio" pubblicate da Rusconi nel 1985. Ricordiamo anche che Ambrosio e' stato portato sullo schermo da Ugo Tognazzi nel film "I giorni del Commissario Ambrosio" di Sergio Corbucci.

Nato nel 1929 dal popolare romanziere francese Georges Simenon, Maigret e' sicuramente il piu' famoso detective francese. Il nostro Jules, malgrado abbia alle spalle piu' di quarant'anni di onorata carriera, non ha mai sentito la necessita' fisica di invecchiare e soltanto nel 1972 dice addio definitivamente ai delitti, trasferendosi in una casetta a Meung-sur-Loire con l'amatissima moglie. Maigret entro' in polizia dopo aver rinunciato ad una ben più tranquilla vita da medico; trascorse due anni come vigilante nelle strade di Parigi e dopo anni di lavoro raggiunge la prestigiosa carica di commissario. Da quel momento si avvalse di diversi collaboratori per svolgere al meglio le indagini che di volta in volta lo hanno reso famoso in tutto il mondo. Gran fumatore di pipa (ricorda molto il suo collega Holmes), il commissario Maigret cerca di essere sempre perfetto nel vestire e non possiamo evitare di paragonare questa sua caratteristica alla mania di perfezione tipica di Hercule Poirot. Il metodo d'indagine e' molto simile a quello adottato dall'investigatore Belga; Maigret cerca di venire a contatto il piu' possibile con il crimine e di studiarne le caratteristiche proprio come un dottore studia i sintomi di una malattia. Lo scopo del commissario non e' quello di catturare l'assassino (spesso e' la polizia che deve intervenire per bloccare il colpevole) ma di individuarlo per dimostrare la sua superiorita' sul crimine. Come gia' detto, Maigret e' uno dei pochi detectives che vanta un matrimonio felice alle spalle e questo perche' sua moglie non solo si rivela un aiuto domestico molto valido ma qualche volta lo aiuta involontariamente nelle indagini. Ricordiamo che tutti i gialli di Maigret sono stati pubblicati in Italia dalla Mondadori nella collana Oscar. Le piu' famose avventure di Maigret sono: - Maigret si diverte, - Maigret e il ladro pigro, - Maigret ha un dubbio, - Maigret e la ragazza morta e Maigret e il fantasma. Indimenticabile e' poi l'interpretazione di Maigret fatta dal grande Gino Cervi che interpreto' il commissario per la gioia di tutti i suoi fans.

Chi non conosce Perry Mason? Probabilmente nessuno di noi e' rimasto estraneo alla popolarissima figura dell'Avvocato del Diavolo. Perry Mason nasce sulla carta negli Stati Uniti nel 1933 grazie alla geniale fantasia di Erle Stanley Gardner; e' lo stesso Gardner che tratteggia velocemente la storia di Mason: nato in Pennsylvania nel 1891, dopo la laurea in legge apri' uno studio a Los Angeles tra la famosa Settima Strada e Broadway. Rimarra' per sempre nello stesso stabile e si cimentera' in circa ottanta casi in tutta la sua vita letteraria (dopo la morte del suo inventore, continueranno ad uscire delle storie su Perry Mason scritte da Thomas Chastain sotto autorizzazione scritta della signora Gardner). Il metodo d'indagine dell'avvocato Mason e' forse uno dei piu' singolari della storia del giallo, Perry si trova a difendere in tribunale clienti di qualsiasi genere e ceti sociali che apparentemente sembrano colpevoli di uno o piu' omicidi. Eppure Mason utilizza il suo sesto senso e capisce che il colpevole non e' poi cosi' sicuro come sembra, inizia le indagini e naturalmente scopre che in fondo l'assassino non era il suo cliente. Da notare la duplicita' narrativa utilizzata da Gardner, meta' dalla storia e' ambientata nei posti piu' vari dove si pensa a raccogliere informazioni e testimonianze, l'altra meta' (forse la piu' interessante) e' invece collocata nell'aula del tribunale di Los Angeles dove Perry Mason, attraverso la sottile arte delle dialettica, riesce a inchiodare il colpevole nel controinterrogatorio finale. Ma la fortuna di Mason e' dovuta in parte ai suoi validissimi assistenti, dalla fedele segretaria Della Street (che sara' a sua volta processata per omicidio e difesa da Perry) al grande investigatore privato Paul Drake. Altri personaggi fissi dei romanzi sono il tenente Arthur Tragg e il procuratore distrettuale Hamilton Burger. Da ricordare in fine la famosissima serie televisiva su Perry Mason interpretata da Raymond Burr e Barbara Hale in oltre duecento puntate, un vero mito.

AVANTI


© 1997-2007 - La grafica e i testi del sito di Agatha Christie sono proprietÓ di Riccardo Santagati - Immagini e audio usati per la realizzazione del sito, sono da ritenersi a puro scopo informativo, dove non indicato, i copyright sono degli autori, agenzie e case editrici che ne detengono i diritti. Il sito è in rete dal 1997.